OFF_TEAM

Siamo uno studio di architettura specializzato nella progettazione urbana, architettonica e di attivazione per lo sviluppo di aree dismesse, attraverso la sperimentazione di modalità di riuso temporaneo, sostenute da una visione a lungo termine.

Lo studio è stato fondato nel 2015 dagli architetti Maria Cristina Garavelli, Lara Bissi, Elisa Greco e Cristina Bellini.

Officina Meme è “attivatore” di edifici e spazi dismessi e del paesaggio in abbandono e affianca l’attività di progettazione a una costante ricerca nel campo della sostenibilità energetico-ambientale, nell’intervento sulle strutture preesistenti, nella conservazione e valorizzazione del paesaggio urbano, legate soprattutto all’intervento in aree dismesse. Officina si propone come riferimento per interventi sul territorio al fine di recuperare e riattivare parti importanti del paesaggio urbano e portuale.

L’attivazione si basa su un processo graduale, in grado di permettere la riapertura in breve tempo di luoghi in dismissione,  mediante l’organizzazione di eventi e la gestione di progetti che li riportino all’attenzione della comunità, favorendo così un nuovo affezionamento e la riconversione in breve tempo da patrimonio in dismissione a contenitore di innovazione e sviluppo.

Officina Meme è 
Maria Cristina Garavelli

Architetto, si laurea presso la Facoltà di Architettura di Ferrara nel 1998 e lavora fino al 2009 a Bologna presso lo studio Mario Cucinella Architects come Responsabile del team R&D relativo alla sostenibilità ambientale e alla progettazione architettonica a basso consumo energetico. In MC A ha collaborato a numerosi progetti, concorsi e a ricerche Europee quali ALTENER II e PHDC. E’ stata docente a contratto di progettazione ambientale presso la Facoltà di Architettura a Ferrara e membro del comitato tecnico scientifico GBC Italia per i protocolli “GBC Home” e “GBC Quartieri”. Nel 2009 fonda lo studio 1x1a a Ravenna dove svolge attività di ricerca e di progettazione architettonica e urbanistica ad alto valore di sostenibilità, occupandosi di riuso e rigenerazione urbana. Dal 2013 è Presidente dell’associazione Meme Exchange che sviluppa il progetto “Esperimenti di Riuso Urbano” quale modalità di attivazione di aree dismesse tra cui la sede storica del Tiro a Segno Ravenna. 

Lara Bissi

Architetto, si laurea presso la Facoltà di Architettura di Ferrara nel 2005 e nel 2011 presso la scuola di specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del Politecnico di Milano. 

Dal 2006 ha partecipato ad attività di ricerca presso il dipartimenti di Architettura di Ferrara rivolte alla conservazione del patrimonio edilizio esistente, con particolare all’edilizia novecentesca. Su queste tematiche ha partecipato a convegni nazionali e internazionali.

Dal 2007 è componente del Laboratorio di Restauro Architettonico Labo.R.A. ed ha svolto incarichi di docenza a contratto nei corsi afferenti al settore scientifico Restauro Architettonico attivi presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. 

Dal 2006 al 2011 ha svolto attività professionale presso lo studio CZA Cino Zucchi Architetti e fino al 2014 ha curato progetti che riguardano la tutela e la progettazione del paesaggio presso lo studio PAISA’ Antonio Stignani Associati. Dal 2015 è Vicepresidente dell’associazione Meme Exchange che sviluppa il progetto “Esperimenti di Riuso Urbano” quale modalità di attivazione di aree dismesse tra cui la sede storica del Tiro a Segno Ravenna.

Elisa Greco

Architetto, si laurea presso la Facoltà di Architettura di Ferrara nel 2010 dopo un breve periodo di ricerca presso l’UDM-University of Detroit Mercy, incentrato sul recupero urbano dei quartieri industriali dismessi nella citta’ di Detroit (Michigan).

Ha collaborato con l’Arkitektur Modellering Workshop (HLA- Copenhagen), approfondendo il tema del recupero del paesaggio urbano industriale e delle infrastrutture, all’interno del modulo di progettazione urbana della Scuola di Architettura di Copenhagen (Royal Academy of Fine Arts ).

Ha continuato la ricerca sui temi della dismissione attraverso workshop, concorsi e collaborazioni professionali. Per alcuni anni ha svolto l’attività professionale e di ricerca presso lo studio 1x1a di Ravenna. Dal 2012 è socio fondatore dell’associazione Meme Exchange che sviluppa il progetto “Esperimenti di Riuso Urbano” quale modalità di attivazione di aree dismesse tra cui la sede storica del Tiro a Segno Ravenna.

Cristina Bellini

Architetto, si laurea presso l’Università IUAV di Venezia nel 2010 con una tesi sul riuso degli spazi industriali nella città di Danzica in Polonia. 

Collabora per un anno con il politecnico EPFL di Lausanne all’interno del laboratorio di ricerca LAPA tenuto dall’architetto Harry Gugger e coordinato dagli architetti Herzog e DeMeuron nel quale sviluppa un progetto ad ambito territoriale per la città di Ginevra.  Si specializza in architettura del paesaggio e per alcuni anni ha svolto attività professionale e di ricerca presso lo studio PAISA’ Antonio Stignani Associati. Dal 2012 è socio fondatore dell’associazione Meme exchange che sviluppa il progetto “Esperimenti di Riuso Urbano” quale modalità di attivazione di aree dismesse tra cui la sede storica del Tiro a Segno Ravenna.